Il Convegno “Identità ferite: lo stigma della violenza“, si è tenuto il giorno 17 Febbraio 2017 presso la Sala Convegni “Andrea Giorgio” dell’A.B.M.C.  di Altamura.
Obiettivo dell’incontro era fornire informazioni inerenti il tema della violenza di genere, illustrare le modalità della richiesta d’aiuto e i possibili interventi psicologici offerti all’interno dei servizi antiviolenza, sensibilizzare alla prevenzione di tale fenomeno, divulgare l’operato di alcune realtà che si occupano di tutelare le vittime di violenza ed infine informare sull’aspetto relazionale della violenza, in particolare nei legami affettivi, proponendo una chiave di lettura psicologica per comprenderne il funzionamento.

Sono intervenuti la dott.ssa Lucia Rifino (Psicologa, membro dell’Associazione PsicologicaMente Onlus, operatrice della Casa Rifugio per donne e minori vittime di violenza “Ricomincio da me”), la dott.ssa Antonella Marzano (Psicologa, psicodiagnosta clinica e forense, fondatrice e referente del Centro Antiviolenza “RiscoprirSi” di Andria, socia dello studio S.A.PSI di Andria) e il dott. Massimo Borgioni  (Psicologo-psicoterapeuta specializzato in Psicoterapia Centrata sul Cliente e in Psicoterapia ad indirizzo Bioenergetico, psicologo presso la Asl Roma F – Servizio per le Tossicodipendenze di Civitavecchia), con la moderazione del dott. Nicola Divietro (Psicologo, Presidente Associazione PsicologicaMente Onlus).

L’evento è stato patrocinato da Comune di Altamura, ASL Bari, Ordine degli Psicologi della Puglia, Cav “RiscoprirSi” e Istituto dell’Approccio Centrato sulla Persona.

Condividi con i tuoi social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *