Il Convegno “Vite precarie: effetti psicologici e sociali della crisi economica“, si è tenuto il giorno 23 Ottobre 2013, presso la Sala Convegni “Andrea Giorgio” dell’A.B.M.C.  di Altamura, inserito all’interno delle attività previste dall’Associazione PsicologicaMente Onlus per il Mese del Benessere Psicologico, promosso dall’Ordine Psicologi Puglia.

Il convegno è nato con l’obiettivo diaffrontare il tema dei pericolosi disagi psicologici e sociali derivanti dall’ opprimente crisi economica che interessa i nostri tempi. Il lavoro precario e le preoccupazioni ad esso connesse interessano tutte le fasce sociali: dall’imprenditore, all’artigiano fino ai giovani laureati e diplomati che lamentano vissuti di disagio, frustrazione, rabbia e angoscia che, il più delle volte, divengono depressione, disturbi d’ansia, fobia sociale e suicidio. Si è scelto dunque di affrontare il tema della “vita precaria” per fare luce sugli aspetti sociali e psicologici che interessano da vicino tutti i lavoratori per promuovere il senso di collettività che permette di sentirsi meno soli di fronte alla vita.

Sono intervenuti il Prof. Francesco Chiarello (Sociologo del Lavoro, Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”), Giandomenico Cecere (Funzionario INPS), la dott.ssa Amelia Manuti (Ricercatrice in Psicologia del lavoro e delle organizzazioni, Università
degli Studi di Bari “Aldo Moro”), la dott.ssa Giovanna Viscanti (Dottoressa in Psicologia, Associazione PsicologicaMente ONLUS) con la moderazione della dott.ssa Ketti Dileo (Psicologa, Associazione PsicologicaMente ONLUS).

Condividi con i tuoi social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *